Office 2016, la suite innestata nel cloud

Pubblicato il 23 settembre 2015 · Categoria Glove News

Microsoft rilascia la versione aggiornata della sua suite di produttività, un pacchetto software  pensato per la collaborazione tra utenti e professionisti. E per gli abbonati di Office 365 c’è di più.

Come promesso nei giorni scorsi,Microsoft lancia ufficialmente Office 2016 nelle varie edizioni disponibili per utenti, aziende e abbonati ai servizi cloud. Una release tutta voltata alla collaborazione e all’uso di Internet per la produttività interconnessa, quella di Office 16, con qualche nuova funzionalità  ed un restyling per tenere il passo con il design della “generazione Windows 10”.

Redmond descrive Office 2016 come una “suite di programmi che arricchiscono la piattaforma cloud Office 365 pensata per la produttività e la collaborazione”, una funzionalità insomma in secondo piano rispetto al servizio ad abbonamento (il succitato Office 365) su cui la corporation ha investito le speranze per il business Internet-dipendente del futuro. “Il nuovo Office è emblematico della nuova Microsoft”, scrive il direttore Marketing&Operation di Microsoft Italia Paola Cavallero, con l’obiettivo primario che è diventato “reinventare la produttività e offrire strumenti in grado di accompagnare persone e aziende verso il successo in un mondo sempre più mobile first, cloud first”.

Per gli utenti e le aziende con i dati nel cloud la collaborazione è fondamentale, dice Microsoft, e per questo il focus quasi esclusivo di Office 2016 consiste nel fornire nuovi strumenti di lavoro in condivisione – a partire dall’editor di testi Word, ora dotato di una funzionalità di “co-authoring” con la digitazione del testo di un documento in contemporanea da parte di più utenti.

Il co-authoring verrà presto integrato anche in PowerPoint e OneNote, dice Microsoft, mentre Skype è ora integrato totalmente nel pacchetto Office; Outlook 2016 include una inbox “intelligente”, la già presentata funzionalità Tell Me segna il ritorno dell’help “on-line” in stile Clippy, Excel comprende nuove tipologie di grafici e una lista “globale” di documenti recenti permette di riprendere il lavoro salvato in precedenza indipendentemente dal dispositivo o dalla versione (cloud o desktop) di Office usata. Disponibile anche il nuovo tool Sway per le presentazioni – ovviamente nel cloud.

Office 2016 è ora più sicuro grazie a una funzione di prevenzione della perdita di dati (su Word, PowerPoint, Excel, Outlook), sostiene Microsoft, il supporto per l’autenticazione multi-fattore e la tecnologia Enterprise Data Protection (EDP) di Windows 10 in arrivo nei prossimi mesi.

Il nuovo pacchetto Office per computer è disponibile in 47 lingue diverse e richiede, come requisito minimo, la presenza di un sistema Windows 7 o successivo. Il download della suite è gratuito per gli abbonati di Office 365, mentre per chi preferisce pagare una volta sola per il proprio software  sono disponibili i download e i supporti fisici, ora anche per la versione dedicata a piattaforma Mac: in attesa di conoscere i prezzi italiani, l’offerta finora nota varia fra i 150 dollari (Office Home&Student) e i 399 dollari di Office Professional. Outlook 2016 è incluso dalla versione Home & Business in su, mentre la versione Professional comprende anche Publisher e Access.

Tratto da: Punto Informatico